• Avellino

Avellino

Le iniziative di autoimpiego ed autoimprenditorialità sorte nella provincia irpina, hanno favorito sia la riqualificazione delle risorse economiche locali, sia una nuova strategia basata su un modello di business più contemporaneo.

Accanto a progetti di ristrutturazione e riconversione di attività, sono nate piccole imprese moderne aventi come obiettivo il potenziamento dell’offerta di servizi e di prodotti territoriali.

Da anni, tutta la provincia con i suoi Comuni, ha attuato una politica economica tesa allo sviluppo dei settori di punta, come quello enogastronomico, richiamo di interesse internazionale in quanto motore di un export vivace.

Le relazioni con l’estero, un’imprenditorialità giovanile volta alla modernità e le agevolazioni offerte dagli incentivi regionali, hanno reso Avellino l’area delle opportunità.

Ad aprire i battenti sono stati locali gluten free e cafè bakery. Iniziative con a capo giovani donne decise ad avviare attività in settori finora inesplorati. In un tessuto sociale ancora radicato alle antiche tradizioni, il sorgere di tali imprese ha rappresentato una svolta economica ed ancor più sociale.

La scia di nuove aperture è iniziata in un momento difficile, proprio ad Ariano Irpino, dove un’altra giovane beneficiaria ha aperto i battenti di una moderna pizzeria in piena emergenza Covid, quando il Comune era “zona rossa”.

Tra le imprese avviate: l’American Market che mette in vetrina i prodotti di origine statunitense; corsi di madrelingua inglese, che offrono supporto all’istruzione ed alle organizzazioni di eventi; produzione di cioccolato e cacao; apicoltura e lavorazione di miele, esempi di recupero di attività di un settore sempre più di nicchia.